Crediti
Musiche e arrangiamenti: Valerio Vado
eccetto: “Scarborough Fair” – trad. e “Intorno all’idol mio” di CestiIl testo di “Follia pt.2” è tratto dal sonetto 144 di William ShakespeareFanny Fortunati: Voce e percussioni
Fulvia Borini: Flauto e mandolino
Alberto Sozzi: Clarinetto
Valerio Vado: Chitarre, tastiere, cori
Alfonsa Petraglia: Chitarre
Eleonora Flore: Violoncello
Note
“Duemila4” è il disco che segna la nascita della formazione attuale di Reverie caratterizzata da un taglio più acustico– “La follia – parte 1: Danza” è un tema del XVI- XVIII secolo che abbiamo riarrangiato con nuove variazioni.
(“La follia – part 1: Dance” is XVI-XVII tune that we re-arranged with new variations)– “La follia – parte 2: Sonetto” è un brano originale basato sul sonetto 144 di Shakespeare che a sua volta tratta il tema della follia.
(“La follia – part 1: Sonnet” is an original renaissance lute tune that we re-arranged for 6 instruments)– “1975
è un breve strumentale per chitarra e flauto, che nel carattere dolcemente malinconico riecheggia il ricordo di un’estate dell’infanzia del compositore.
(“1975” )– “Scarborough Fair” è un brano tradizionale inglese del XV-XVIII sec; delle infinite varianti del testo abbiamo scelto tre strofe significative.
Il testo tratta dell’amore (non corrisposto?) per una donna “di facili costumi”. Infatti in epoca medievale Scarborough era appunto famosa per la sua fiera, che, come ogni luogo di scambio che si rispetti, attirava commercianti, ladri, avventurieri e… prostitute!
(“Scarborough Fair” is a traditional XV-XVIII century english tune)

– “Bradamante” “Cosmogonia lunare” “Pagani!
costituiscono una suite ispirata al “Cavaliere inesistente” di Italo Calvino. Bradamante descrive il personaggio di una donna guerriera che vive il conflitto ionteriore tra spirito bellicoso e dolcezza femminile;
Cosmogonia lunare con il suo carattere evocativo e notturno riflette il momento in cui Agilulfo (il Cavaliere Inesistente) e una castellana di lui innamorata contemplano il cielo stellato dagli spalti di un castello.
Pagani è a sua volta diviso in due parti e descrive i viaggi di Agilulfo in inghilterra e in Marocco.
(“Bradamante” is a tune…)

– “Intorno all’idol mio” è un aria dall’opera “Orontea”(1649)di M.A. Cesti; solitamente eseguita nella versione per voce e pianoforte, ne proponiamo un arangiamento per voce ed ensemble da camera.
(“Intorno all’idol mio” is an air from the opera “Orontea” (1649) by M.A. Cesti)

– “Sonata mista” suite dalle sonorità cameristiche, divisa in tre sezioni i cui titoli (Blues barocco – Minuetto celtico – Postludio romantico) ne riflettono l’eterogeneità di suggestioni.
(“Sonata mista” is another suite…)

– “Via del silenzio” è una mini-suite di carattere folk divisa in due parti – la prima parte (Zingari in viaggio) è cantata ed il testo tratta del viaggio, inteso come modo per approfondire la conoscenza di sè stessi. La seconda parte (Apri le vele) riecheggia, nel ritmo terzinato, il carattere delle danze popolari.
(“Via del silenzio” is a tune…)

Distributori Digital Download
CD baby
iTunes

Musiche e arrangiamenti: Valerio Vado
eccetto: “Scarborough Fair” – trad. e “Intorno all’idol mio” di CestiIl testo di “Follia pt.2” è tratto dal sonetto 144 di William ShakespeareFanny Fortunati: Voce e percussioni
Fulvia Borini: Flauto e mandolino
Alberto Sozzi: Clarinetto
Valerio Vado: Chitarre, tastiere, cori
Alfonsa Petraglia: Chitarre
Eleonora Flore: Violoncello

Share